WeCreativez WhatsApp Support
Ciao, sono Alessio! Come posso esserti utile? Scrivimi su WhatsApp e ti risponderò il prima possibile.
Ciao! Hai delle domande?

Matrimoni post-Covid, un opportunità per i wedding planner

Migliaia di sposi che hanno pianificato il loro matrimonio nel 2020 sono stati costretti a rimandarlo a causa della pandemia. Alcuni hanno scelto di attendere la fine del coronavirus o che la vaccinazione raggiunga una parte più ampia della popolazione, mentre altri hanno deciso che la fine del lockdown e delle restrizioni più rigide fosse un buon momento per iniziare a pianificare o riorganizzare la celebrazione che hanno rimandato da mesi. Inoltre, la revoca del coprifuoco nella maggior parte dei paesi e delle città, la revoca delle chiusure perimetrali e l’aumento della capienza hanno favorito la ripresa di uno dei settori più colpiti negli ultimi mesi, quello dei matrimoni.

Da anni la figura dei wedding planner si sta affermando nell’organizzazione e nella pianificazione di eventi nuziali, ma dopo la pandemia è diventata un elemento cruciale. Avere qualcuno che consiglia, guida e programma tutto ciò che avrà luogo in un giorno così speciale ha acquisito ancora più rilevanza e valore nell’elenco delle priorità degli sposi. Inoltre, i professionisti del wedding planner hanno dovuto reinventarsi e, soprattutto, lavorare su un compito che già esercitavano ma che ora è diventato una delle loro funzioni principali: la risoluzione di imprevisti.

Prima del Covid-19, i matrimoni venivano pianificati con mesi e persino anni di anticipo. La pandemia ha fatto sì che i matrimoni si dovessero organizzare in settimane e persino giorni. Ci possono essere un gran numero di circostanze che costringono a passare a un piano B e persino a un piano C nel caso in cui gli imprevisti siano stati previsti. C’è sempre il rischio e la possibilità che un familiare o gli sposi stessi prendano il virus nelle ore precedenti al ​​matrimonio o che la situazione peggiori settimane prima e si decida di riadattare o posticipare la celebrazione. La gestione delle problematiche che possono sorgere o che si verificano nel grande giorno sarà delegata alla figura del wedding planner, che dovrà apportare modifiche dell’ultimo minuto e conoscere le normative sanitarie per garantire in ogni momento la sicurezza dell’evento.  

Inoltre, dare il perfetto “sì, lo voglio” richiede che gli sposi siano consapevoli che il loro matrimonio potrebbe non essere come avevano pianificato, ma che possono renderlo ugualmente speciale, bello ed emozionante. La riformulazione delle proposte, l’approccio alle variabili adeguate ai gusti e l’ottimismo di fronte alle avversità dovrebbero essere i valori che guidano sia l’atteggiamento che il lavoro di ogni wedding planner. Questi atteggiamenti e comportamenti dovrebbero essere utilizzati per rassicurare e per dimostrare ai promessi sposi che a tutto esiste una possibile soluzione, così come per far capire loro che l’organizzazione del matrimonio è un processo di cui possono godere quasi quanto si godranno il grande giorno. 

I matrimoni post-Covid sono accompagnati da una serie di inconvenienti e obblighi sanitari che, se assunti con il giusto atteggiamento, possono diventare occasioni per realizzare una celebrazione unica, originale e sorprendente. La riduzione degli invitati consente, oltre ad abbassare il budget, di svolgere azioni più personalizzate, nonché di aggiungere attività o dettagli che in un matrimonio convenzionale, logisticamente o finanziariamente, sarebbe stato impossibile realizzare.

Né l’amico del datore di lavoro del padre della sposa né il cugino di terzo grado del nonno dello sposo parteciperanno alla cerimonia ma, se la trasmettono in streaming, tutti gli invitati che la coppia desidera potranno assistere alla cerimonia. Le mascherine possono essere un elemento divertente se vengono personalizzate per ogni ospite o con qualcosa che rappresenti gli sposi. Un gruppo di musica dal vivo o adattare la pista da ballo e riservarla a piccoli gruppi come una discoteca renderà la festa originale e divertente come avevano immaginato.

In questo contesto gli sposi hanno anche la possibilità di realizzare il banchetto nel ristorante che tanto amavano ma che non potevano permettersi, nell’albergo dove duecento persone non ci stavano ma cinquanta sì, mettere il food truck che tanto desideravano o fare una follia e realizzare il loro sogno di organizzare la festa su una barca. I wedding planner hanno il compito di creare tutta una lista di alternative che mostrino agli sposi quanto sarà unico e speciale regalarsi il più importante della propria vita, anche in un matrimonio post-Covid.

FORMAZIONE RELAZIONATA CON : Corso di Wedding Planner 

También puede interesarte…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu