Cos’è l’arteterapia?

Arteterapia significa terapia attraverso l’arte.

I due termini che compongono la parola arteterapia si definiscono in questo modo:

  • Arte: Attività creativa con un fine estetico in cui la persona esprime sentimenti e emozioni attraverso differenti materiali, tecniche e procedimenti.
  • Terapia: processo che si realizza con l’obiettivo di curare, alleviare o migliorare problemi, sintomi e malattie.

Origine dell’arteterapia

L’arteterapia è un campo professionale relativamente recente, di carattere multiteorico e multiprofessionale.

Iniziò ad essere usato inizialmente con fini strettamente terapeutici verso la fine della seconda guerra mondiale con i soldati che tornavano dal fronte con problemi psichici.

Attualmente l’arteterapia (da qui in avanti AT), oltre i suoi fini meramente terapeutici è considerata una tecnica di sviluppo personale, di autoconoscenza e di espressione emotiva.

Anche se gli effetti della pratica e della contemplazione delle arti sulla mente, le emozioni e la fisiologia umana si conoscevano e si usavano sin dai tempi antichi, saranno l’auge della psicoanalisi, le avanguardie artistiche e la seconda guerra mondiale i fattori che favoriranno l’apparizione e lo sviluppo della AT come disciplina.

Definizioni di arteterapia

Tra le definizioni più conosciute di AT risaltano quelle proposte dalla American Art Therapy Association, AATA, e la British Association of Art Therapists, BAAT, (lo sviluppo della AT ottenne il suo auge professionale negli Stati Uniti e Inghilterra).

Definizione di arteterapia della AATA

L’arteterapia è definita dalla AATA come una professione nell’ambito della salute mentale che usa il processo creativo per migliorare e risollevare il benessere fisico, mentale e emotivo degli individui, a prescindere dalla loro età.

Il pilastro fondamentale è la credenza che il processo creativo e l’espressione artistica aiuta le persone a:

  • risolvere conflitti e problemi.
  • sviluppare le abilità interpersonali.
  • gestire il comportamento.
  • ridurre lo stress.
  • aumentare l’autostima e la coscienza di se stessi.
  • raggiungere l’insight (introspezione).

Definizione di arteterapia della BAAT

La BAAT definisce l’arteterapia come una forma di psicoterapia che usa il mezzo artistico come principale forma di comunicazione. Per la pratica della AT non c’è bisogno di esperienza precedente o formazione nel campo artistico e quello che si cerca è rendere il paziente in grado di effettuare cambiamenti e crescite a livello personale attraverso l’uso di materiali artistici in un ambiente protetto e favorevole.

La creatività esposta attraverso l’espressione artistica è un modo di regolare le emozioni e lavorare tanto in ambiti terapeutici quanto in spazi ludici.

Speriamo che l’articolo ti sia risultato interessante. Non dimenticarti di commentare!

FORMAZIONE CORRELATA: Corso Universitario di Specializzazione: Arteterapia