Cosa possiamo fare per controllare ansia e rabbia?

In molte occasioni veniamo coinvolti in situazioni difficili per colpa di sentimenti avversi che possono arrivare a pregiudicare gravemente le nostre relazioni sociali e il nostro benessere personale. Questa negatività può derivare da sensazioni derivanti dall’ansia (paura, tensione, inquietudine, ecc.) o dalla rabbia (ira, irritazione).

Per fortuna, è possibile far fronte ai pensieri negativi in modo più o meno efficace attraverso l’uso di una serie di tecniche che hanno come obiettivo fermare o controllare l’ansia e la rabbia. Qui di seguito proponiamo alcune delle tecniche più utilizzate; per cui se stai passando per un momento delicato o hai problemi a gestire i tuoi sentimenti, prendi appunti!

3 tecniche per controllare ansia e rabbia

A). Arresto del pensiero: è una tecnica molto semplice che si usa per trattare le ossessioni e per equilibrare i pensieri negativi. Richiede un allenamento per identificare i pensieri più pregiudicanti e che convertirli in positivi, e si divide in vari passi:

  • In primo luogo si deve fare attenzione ai pensieri, identificare quelli che hanno connotazioni negative (Pregiudizi, odio verso gli altri, colpa, ecc.)
  • Successivamente si debe arrestare mentalmente il pensiero attraverso un ordine: “Basta!”
  • Infine, si sostituiscono i pensieri negativi con altri più positivi. Ad esempio: “Lo fa apposta per darmi fastidio” può essere sostituito per “Non si è reso conto di qunato ciò mi dia fastidio”.

B). Respirazione profonda: si tratta di un’altra tecnicasemplice che risulta utile per controllare le reazioni fisiologiche che si verificano prima, durante e dopo di aver affrontato situazioni emotivamente intense, come quelle precedenti a un conflitto. La respirazione che si pratica è una respirazione addominale e consiste in:

  • Inspirare in modo lento e profonso mentre si conta fino a 5, portando l’aria fino all’addome.
  • Trattenere la respirazione mentre si conta nuevamente fino a 5.
  • Espirare l’aria contando fino a 5.
  • Per ultimo, si ripete il processo controllando il ritmo respiratorio.

C). Allenamento mentale: questa tecnica è pensata per raggiungere uno stato di sicurezza e rilassamento di fronte a situazioni che possono risultare conflittuali o violente. Il metodo consiste in proiettare mentalmente la situazione, praticando le risposte e le reazioni, e ripetendo il processo fino a raggiungere la calma e il controllo.

Che ti sono sembrate queste tecniche per gestire al meglio ansia e rabbia? Se già le hai messe in pratica, o hai un metodo tutto tuo, faccelo sapere lasciandoci un commento!