WeCreativez WhatsApp Support
Ciao! Hai delle domande? Scrivimi su whatsapp e ti risponderò a breve.
Sono Joel, come posso aiutarti?
Attività adattate per bambini con disabilità motoria

Attività adattate per bambini con disabilità motoria

Le attività destinate alla disabilità motoria sono quelle che con la presenza di persone con disabilità o meno, fanno sì che i partecipanti vivano in maniera ludica le limitazioni delle persone con difficoltà e valorizzino le proprie capacità.

L’obiettivo principale è sensibilizzare i partecipanti circa la realtà del gruppo di persone disabili, fomentare atteggiamenti positivi e solidali basati sul rispetto della diversità e evitando l’apparizione di atteggiamenti negativi o non integrativi mediante la componente ludica o partecipativa dell’attività.

Si tratta di giochi che permettono un cambio di atteggiamento e, per fare questo, speriementare una disabilità può essere un buon modo per arrivare ad atteggiamenti positivi e solidali, dal momento che al viverla, l‘individuo prende coscienza delle limitazioni e allo stesso tempo impara a valorizzare le capacità, aspetti fondamentali per conoscere l’altro. Il rispetto della diversità deve nascere da una conoscenza reciproca; non si può giudicare quello che non si conosce, poiché in quel caso si tratterebbe di giudizi prematuri che causano una serie di preconcetti originati dall’ignoranza. Questo atteggiamento non favorisce l’integrazione, ma al contrario provoca la segregazione.

Per questo motivo i giochi motori sensibilizzatori nascono come strumento che aiuta a comprendere la diversità nella disabiltà motoria. Sperimentare per interiorizzare, e in questo modo esprimere. Manovrare una seggiola a rotelle, spostarsi senza vedere e con l’aito di un bastone, ecc. sono esperienze che, vissute in maniera ludica, difficilmente si dimenticano.

L’applicazione dei giochi motori sensibilizzatori può essere molto positiva se sono presenti partecipanti con disabilità integrati nel centro, con lo scopo di fargli apprezzare le proprie capacità e fargli comprendere i propri limiti.

Prima di dare inizio a una giornata di giochi motori sensibilizzatori, si consiglia un lavoro previo e, in qualsiasi caso, una riflessione finale del gruppo affinché i giochi non rimangano solo come una situazione anneddotica.

 

Alcuni esempi di attività per la disabilità motoria:


GIOCO: TESTA E CROCE

CONTENUTO PRINCIPALE: Abilità motorie basiche e velocità.
MATERIALE: Non necessario.
NUMERO DI PARTECIPANTI: 2 squadre di 10 giocatori ognuna al massimo.

SVOLGIMENTO: L’animatore forma due squadre di 10 componenti e le dispone formando due file parallele, lasciando 1,5/2 m  di distanza tra le due file e 1 m tra un componente e l’altro di ogni fila. L’animatore assegnerà ad una squadra il nome di “testa” e all’altra ”croce”; se nomina una delle due squadre, ad esempio “croce”, i componenti di questa squadra dovranno fuggire per non essere acchiappati dai membri di “testa” ed arrivare alla linea di rifugio. Ogni giocatore può catturare solo l’avversario che ha al suo fianco. Si conteranno quante persone sono state catturate di ogni squadra per decidere chi è il vincitore.

ADDATAMENTI:

  • Nel formare le coppie si cercherà di farle il più omogenee possibile. Si farà molta attenzione alle catture per evitare che i partecipanti che si spostano con stampelle o sulla seggiola a rotelle sbattano con i compagni o mettano in pericolo la propria integrità fisica. Per questo motivo il partecipante che giocherà contro un disabile potrà semplicemente toccarlo per catturarlo senza dover acchiapparlo rischiando di fargli del male.
  • In base al livello di mobilità e autonomia del partecipante con disabilità, si può inserire un pallone di gommapiuma che potrà essere tirato per acchiappare gli altri.

 


GIOCO: LO SCULTORE

CONTENUTO PRINCIPALE: Conoscenza del corpo e rilassamento.
MATERIALE: Non necessario.
NUMERO DI PARTECIPANTI: 20/22 partecipanti (a coppie).
REQUISITI DI SPAZIO: Spazio ampio, piano, delimitato.

SVOLGIMENTO: L’animatore chiede ai partecipanti di formare delle coppie e assegna ad ogni coppia il ruolo di scultore ad un membro e quello di scultura all’altro. Lo scultore dovrà formare una scultura con il corpo del compagno, movendone gli arti e le diverse parti del corpo, mentre il compagno-statua dovrà rimanere statico secondo la forma che gli sta dando lo scultore. Alla fine della scultura si dovrà indovinare cosa è. Si invertiranno poi i ruoli.

ADDATAMENTI:

  • Se uno dei partecipanti ha una disabilità motoria si dovrà far attenzione alla sua collocazione per facilitare i movimenti.
  • Se ci sono dei partecipanti che soffrono di problemi di equilibrio, parteciperanno seduti.
  • Se ci sono dei giocatori che hanno gravi problemi agli arti superiori, daranno indicazioni verbali all’animatore che scolpirà al loro posto.

 


GIOCO: LA STELLA DI LANA

CONTENUTO PRINCIPALE: Abilità motorie basiche.
MATERIALE: Un gomitolo di lana.
NUMERO DI PARTECIPANTI: 25/30 partecipanti.
REQUISITI DI SPAZIO: Spazio ampio, piano, delimitato.

SVOLGIMENTO: L’animatore dispone i partecipanti in cerchio, lasciando uno spazio di 1,5 m come minimo tra l’uno e l’altro; dà il gomitolo di lana a uno dei giocatori che dovrà tenere uno degli estremi e dire ad alta voce a chi passerà il gomitolo. Chi avrà ricevuto il gomitolo dovrà fare la stessa cosa mantendosi attaccato al filo, e così via fino a che tutti i membri del gruppo saranno uniti dalla lana e nel centro si formerà una stella di lana. L’azione potrà essere ripetuta fino a che non finisca il gomitolo.

ADDATAMENTI:

L’animatore dovrà fare attenzione se il gomitolo cade a terra e nel caso siano presenti giocatori con gravi problemi motori negli arti superiori, questi pronunceranno il nome di chi vogliono che riceva il gomitolo e l’animatore lo lacerà al loro posto.

 


GIOCO: IL BILANCIERE

CONTENUTO PRINCIPALE: Equilibrio e forza.
MATERIALE: Pannello di legno di 100×225 cm con un supporto centrale fissato nel suolo, che favorisca l’oscillazione, regolabile in altezza per aumentare o diminuire la difficoltà.
NUMERO DI PARTECIPANTI: Gruppi massimi di 10 persone in seggiola a rotelle per ogni bilanciere.

REQUISITI DEI PARTECIPANTI: Gioco consigliato per la sensibilizzazione e per persone in seggiola a rotelle che non abbiano problemi nella parte superiore del corpo.

SVOLGIMENTO: I giocatori si dispongono in fila indiana dietro al bilanciere. Al segnale, il primo giocatore spinge la sedia a rotelle e cerca di salire e successivamente scendere dal bilanciere il più rapidamente possibile. Vince il giocatore che lo realizzarà nel tempo minore senza commettere errori, sommando tutte le ripetizioni che ogni giocatore ha realizzato.

También puede interesarte…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu