8 malattie che possono migliorare con la Musicoterapia

Sono molte le persone che si rifugiano nella musica e che trovano in essa una specie di antidoto contro certe situazioni avverse o contro alcuni dei loro problemi. La musica attiva molte parti del nostro cervello in misura maggiore rispetto a qualsiasi altro stimolo e ha effetti molto potenti e molto utili sul corpo umano. Ecco perché la musicoterapia viene sempre più considerata come parte importante nel trattamento di diversi tipi di malattie.

La musicoterapia si basa sull’impiego della musica e dei suoi elementi da parte di un musicoterapeuta qualificato, o individualmente o in gruppo, al fine di migliorare la salute delle persone a livello fisico, sociale, comunicativo, emotivo o intellettuale.

Tuttavia, la musica favorisce anche il benessere dei pazienti che soffrono di alcune malattie. In questo modo, secondo quanto hanno recentemente dimostrato diversi studi scientifici, l’uso della musica migliora e aiuta a stabilizzare i parametri fisiologici ed emotivi.

8 malattie che possono migliorare con l’utilizzo della musica

Cure paliative

Grazie alla musica, i pazienti che richiedono cure così specifiche e delicate riescono a diminuire il loro livello di ansia, depressione e insonnia, il che comporta la diminuzione della necessità di ingerire antidolorifici ed il miglioramento del loro tenore di vita, sempre per quanto possibile.

In questo senso, ci sono già diverse fondazioni e ONG che hanno portato la musicoterapia in migliaia di ospedali. L’obiettivo di questa terapia attraverso la musica è quello di far fronte ai bisogni cognitivi ed emotivi, tenendo conto anche della salute mentale dei parenti delle persone malate e ricoverate in ospedale.

Malattie neurologiche

La musica incoraggia il movimento e, quindi, genera e favorisce una connessione con i miglioramenti motori. Sebbene la musicoterapia aiuti diversi disturbi neurologici, quello che più trae benefici dai vantaggi della sua stimolazione è il morbo di Alzheimer.

Cancro

La musicoterapia nei reparti di oncologia può avere un impatto positivo su dolore, ansia, disturbi dell’umore e qualità della vita nei pazienti con cancro. Gli interventi con musicoterapia facilitano il supporto psicosociale, essenziale per aiutare i pazienti ad affrontare questa patologia.

Sindrome di Down

L’autostima dei bambini con sindrome di Down è spesso bassa perché sentono di non avere la forza necessaria per compiere diverse azioni. Pertanto, quando iniziano a suonare uno strumento musicale iniziano a guadagnare destrezza e migliorano la loro autostima attraverso la musica.

Disturbi dello spettro autistico

La musicoterapia nei bambini con autismo facilita l’espressione di ciò che non possono dire a parole. Inoltre, la musica migliora la comunicazione con le famiglie, l’espressione dei sentimenti e il controllo delle crisi.  Questo perché la musica e il linguaggio sono direttamente correlati.

Sviluppo neurologico

Sin dalla nascita viviamo circondati dalla musica, ciò comporta molti benefici per lo sviluppo neurologico. La musica non solo aiuta la fluidità verbale, il ragionamento non verbale, la lateralità e lo sviluppo della memoria, ma consente anche di bilanciare lo sviluppo di entrambi gli emisferi cerebrali. Una serie di vantaggi che fanno sì che siano sempre di più i centri per bambini che offrono, promuovono e implementano la musicoterapia nelle loro aule.

Cure neonatali

La musicoterapia negli ospedali è stata introdotta all’inizio del XXI secolo per aiutare i neonati in tutte le loro funzioni vitali. I bambini sotto i sei mesi nati in stati critici hanno bisogno di cure molto specifiche che, grazie alla musica, possono diventare più sopportabili.

Gravidanze rischiose

La musicoterapia viene utilizzata nelle donne in gravidanza per favorire il rilassamento e fare esercizi di respirazione e preparazione al parto. Il cervello della donna incinta percepisce la musica come una ricompensa che aiuta le future madri, specialmente quelle che stanno attraversando gravidanze a rischio, a rilassarsi o esprimere i loro sentimenti in maniera tranquilla avendo, così, un impatto positivo sul benessere dei loro bambini.

A livello generale, abbiamo tutti sperimentato qualcuno dei vantaggi che la musica può portarci, in uno dei casi sopra menzionati o direttamente sul nostro umore quotidiano. Ci siamo tutti rifugiati nella musica in un giorno triste e abbiamo festeggiato qualche evento gioioso o importante nella nostra vita ascoltando la nostra canzone preferita. La musica allevia il dolore e ci trasporta ad altri stati mentali dove è più facile schiarirci le idee, ristabilirsi se si è a terra o affrontare i nostri problemi, le avversità o una malattia.

FORMAZIONE CORRELATA: Corso di Musicoterapia