WeCreativez WhatsApp Support
Ciao, sono David! Come posso esserti utile? Scrivimi su WhatsApp e ti risponderò il prima possibile.
Ciao! Hai delle domande?

20 personalità celebri affette da dislessia

Quando parliamo di dislessia ci riferiamo a un disturbo specifico dell’apprendimento che riguarda la capacità di leggere o scrivere a causa di alcune difficoltà nella decodifica del testo e nella distinzione dei fonemi del discorso, risultando arduo capire come sono legate le lettere alle parole. Allo stesso modo, la dislessia è anche nota come difficoltà di lettura, poiché colpisce le aree del cervello in cui viene elaborato il linguaggio.

In generale, le persone affette da dislessia hanno un’intelligentia nella norma, come anche la vista, e sebbene tale disturbo non sembri avere  cura alcuna  poiché congenita, non è definibile come malattia; la sua diagnosi precoce è capace di produrre un evidente miglioramento delle difficoltà che essa comporta. Tuttavia, i sintomi della dislessia sono difficili da riconoscere in età prescolare. 

Molte figure storiche sono state classificate come probabili dislessici. Dall’astronomo Galileo Galilei, allo scienziato Isaac Newton o all’inventore Thomas Edison; passando per il primo presidente degli Stati Uniti George Washington, i compositori Wolfgang Amadeus Mozart o Ludwig van Beethoven, il pittore Pablo Picasso o Walt Disney; fino a raggiungere nomi celebri più recenti, come Bill Gates o il Principe Harry d’Inghilterra. Di seguito andremo ad esaminare 20 personalità famose che hanno sofferto di dislessia.

Personaggi famosi con dislessia

1) Albert Einstein

È considerato lo scienziato più famoso del XX secolo per aver sviluppato la teoria della relatività. Come molte altre persone con dislessia, Einstein iniziò a parlare tardi, all’età di sei anni, anche se senza difficoltà. Per tale ragione, il linguaggio ritardato viene spesso definito come “sindrome di Einstein”.

2) Andy Warhol

Andrew Warhola, meglio conosciuto come Andy Warhol, era un artista e regista americano che ha avuto un ruolo molto importante nella nascita e nello splendore della pop art. D’altro canto, Warhol aveva problemi a relazionarsi socialmente e possedeva una personalità immatura.

3) Cher

La famosa cantante e attrice ha ricevuto diversi premi per il suo talento nel corso della sua carriera: un Emmy, tre Golden Globe, un Oscar … Tuttavia, a scuola ha avuto esperienze molto brutte, perché non riusciva a leggere in maniera fluente e rapida da poter  finire i compiti in tempo, non riusciva nemmeno a studiare matematica.

4) Henry Ford

Grande personalità rivoluzionaria del settore dei trasporti e fondatore del famoso marchio Ford, riuscendo a trasformare totale la produzione di automobili. Per tutta la vita, Ford ha avuto difficoltà a leggere, preferendo pertanto apprendere dalla pratica che dalla lettura.

5) Jamie Oliver

Il celebre chef britannico ha costruito un impero gastronomico grazie ai suoi programmi TV trasmessi a livello internazionale e ai suoi libri di cucina. Curiosamente durante la diretta di uno dei suoi programmi,  affermò di essere dislessico e di non aver finito di leggere il suo primo libro fino all’età di 38 anni.

6) Jay Leno

Il comico e conduttore televisivo veterano di successo, famoso per aver diretto il late-night della NBC “The Tonight Show” tra il 1992 e il 2014, anno in cui venne sostituito da Jimmy Fallon, ha affermato che la dislessia l’aveva aiutato a plasmare la sua etica del lavoro.

7) Jennifer Aniston

L‘attrice dell’iconica serie “Friends”, in cui interpreta il personaggio di Rachel, ha affermato di essere dislessica ammettendo che non solo ha influito sul suo rendimento scolastico, ma ha anche avuto problemi di autostima per molto tempo. Tuttavia, è riuscita a superare il suo problema e ad affermarsi come una delle attrici più famose e più pagate di Hollywood.

8) John Lennon

Il leggendario musicista dei Beatles aveva molti problemi a scuola, specialmente quando si trattava di memorizzare. Era uno studente spensierato che durante le lezioni disegnava fumetti e e imitava i suoi insegnanti. Nonostante il suo comportamento e il suo ambiente familiare travagliato, è riuscito a consolidare la sua band, insieme ai suoi tre compagni, nel quartetto più riconosciuto della storia.

9) John F. Kennedy

È stato il presidente più giovane degli Stati Uniti che, nonostante un’infanzia cagionevole e l’ombra del fratello maggiore Joe. JFK , è stato a dir poco un personaggio emblematico del 20 ° secolo continuando tutt’oggi ad essere una figura storica affascinante. Gli fu diagnosticata la dislessia, che non gli impedì di studiare ad Harvard e di prestare servizio in Marina.

10) Johnny Depp

Interprete di personaggi carismatici come Edward mani di forbice o del capitano Jack Sparrow, anche lui dislessico. Tuttavia, l’attore stesso ha sempre ritenuto che questa condizione fosse ciò che lo ha portato alla fama, perché grazie ad essa, ha capito che il suo grande interesse era la recitazione.

11) Marlon Brando

Uno degli attori più iconici e leggendari di Hollywood, con dozzine di film assolutamente iconici nella sua filmografia. Tra questi, Il Padrino (1972), ovviamente. Nonostante la sua carriera di successo, durante la sua infanzia ha sofferto di alcuni problemi di dislessia che insieme alla sua condotta scolastica lo hanno portato a essere espulso varie volte.

12) Muhammad Ali

Il pugile più famoso di tutti i tempi ha combattuto per tutta la sua vita anche contro la dislessia. Fu egli stesso a dichiarare che era difficile per lui leggere libri di testo al liceo, ma riuscì comunque a diplomarsi. Successivamente, all’età di 18 anni, ha vinto la medaglia d’oro ai Giochi Olimpici e a 22 è stato proclamato campione del mondo dei pesi massimi.

13) Noel Gallagher

Il leader del gruppo rock Oasis è cresciuto a Manchester, dove gli è stata diagnosticata la dislessia. A causa delle poche risorse ha avuto un’infanzia difficile. La dislessia, invece, non ha influito sulla sua vita professionale, poiché nonostante avesse difficoltà d’apprendimento a causa di una precoce balbuzia, ha potuto dedicarsi a ciò che aveva sempre sognato.

14) Roald Dahl

Lo scrittore gallese, riconosciuto in tutto il mondo per le sue opere per bambini e ragazzi, ha approfittato del suo desiderio di scrivere per trattare la dislessia, un problema che lo ha accompagnato per tutta la vita, dalla fantasia all’umorismo. Dahl ha usato le sue difficoltà con il linguaggio e la scrittura per far capire alla società chenon si trattava di un problema da affrontare e che dovrebbero essere trovate più soluzioni a riguardo.

15) Stephen Hawking

Il fisico e cosmologo britannico ha messo a disposizione di tutti le teorie sull’origine dell’universo e, paradossalmente, non ha mai vinto il Premio Nobel. Durante la sua vita ha sofferto di diverse malattie, tra cui alcuni problemi di apprendimento derivanti ​​dalla sua dislessia, tuttavia la sua intelligenza emotiva è stata sempre pienamente sviluppata.

16) Steve Jobs

Steve Jobs ha rivoluzionato il campo della tecnologia dopo aver sviluppato il primo computer Macintosh, l’iPod, l’iPhone e tanti altri prodotti Apple. Anche se si è dimostrato molto intelligente da bambino, ha provato molta frustrazione con l’istruzione formale. Questo lo ha portato ad avvicinarsi all’ambito elettronico lavorando con il padre nel garage di famiglia, dove ha iniziato a sviluppare le sue capacità.

17) Steven Spielberg

Il regista, sceneggiatore e produttore americano è una delle grandi personalità con dislessia, a cui è stato anche attribuito un disturbo dello sviluppo per via della sua incapacità a relazionarsi e dei vari di problemi che lo stesso regista ha affermato di avere sofferto durante la sua infanzia. Ad esempio, gli ci vollero due anni in più dei suoi compagni di classe per imparare a leggere, sebbene negli anni ’50 l’individuazione della dislessia nei bambini non fosse così avanzata.

18) Thalía

Nel caso del cantante messicano, la dislessia è di natura familiare, poiché è un tratto congenito e, quindi, anche generalmente ereditario. Tuttavia, nonostante le difficoltà sorte per questo motivo, è riuscito a sviluppare il suo talento e la sua carriera musicale, anche se di tanto in tanto può aver dimenticato o modificato occasionalmente i testi di alcune canzoni.

19) Tommy Hilfiger

Il prestigioso stilista ha dichiarato personalmente di avere la dislessia confessando anche di aver sofferto di problemi d’apprendimento e attenzione. Approfittò del lancio del suo libro American Dreamer per descrivere i problemi riscontrati, soprattutto nella lettura.

20) Will Smith

L’attore estroverso e famoso ha avuto un successo inarrestabile per tutta la sua carriera, tuttavia, non ha avuto vita facile da bambino. Gli è stata diagnosticata la dislessia a causa di problemi d’attenzione e per via della sua costante imperatività. Nonostante tutto, i suoi problemi non sono stati mai un impedimento, anzi lo hanno portato a concentrarsi sulla sua carriera.

Insomma, come abbiamo visto, la dislessia può colpire qualsiasi tipo di persona indipendentemente dal suo status, dalla sua condizione o dalla sua professione. Infatti, è sempre più comune trovare questo tipo di difficoltà di apprendimento in migliaia di persone, a causa di una crescente consapevolezza e degli evidenti miglioramenti nella sua diagnosi. Tuttavia, se non rilevata e trattata in modo tempestivo e corretto, potrebbe peggiorare col passare del tempo, facendo sí che aumenti per i bambini il rischio di soffrire anche di disturbi da deficit di attenzione e iperattività, e viceversa. 

FORMAZIONE CORRELATA: Corso su dislessia e altri disturbi dell’apprendimento

 

También puede interesarte…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu